Resoconto Fellowship DJO Lione 2018

Si è da poco conclusa la mia esperienza di Fellow a Lione dal Dott.David Dejour e sicuramente le attese non sono state deluse!! Da giovane chirurgo ortopedico appassionato del ginocchio avevo sempre sentito parlare della Scuola Ortopedica Lionese e dei suoi maestri, quindi quando ho visto sul sito SIGASCOT il bando della DJO REACTION FELLOWSHIP 2017 sulla patologia femoro-rotulea che proponeva un periodo alla corte del Dott. Dejour ho subito capito che avrei dovuto partecipare!
Dopo la splendida notizia di essere stato selezionato come vincitore del bando l’attesa era grande, ma ancora più grande è stata la soddisfazione nell’essere accolto in modo familiare in un ambiente di cosi alto livello ed aver potuto vedere un maestro di chirurgia del ginocchio come il Dott. Dejour in tutte le sue attività. Il periodo di due settimane trascorso a Lione mi ha permesso di vedere sia le attività in sala operatoria, sia quelle ambulatoriali e di raccolta dati per la pianificazione preoperatoria e sviluppo di lavori scientifici. L’attività chirurgica veniva svolta il lunedì e mercoledì presso la Clinique de la Sauvegarde, con inizio ore 7.00 e attività che prosegue ininterrottamente su due sale operatorie in contemporanea fino a pomeriggio inoltrato. Qui stupisce sia la grande abilità chirurgica del Dott. Dejour, ma anche la splendida organizzazione, con i planning operatori esposti prima di ogni intervento per una perfetta pianificazione, ed una raccolta minuziosa dei dati analizzati per supportare la costante attività scientifica che viene portata avanti. Ancora più sorprendente è il fatto che tutto questo viene svolto solo con l’aiuto di un giovane assistente, spesso specializzando, e due fidati strumentisti.
Gli interventi visti, circa 40 in 2 settimane, spaziano su tutta la chirurgia del ginocchio, dalla artroscopia alla trocleoplastica. Come da aspettative si rivela estremamente interessante e didattica tutta la parte chirurgica inerente l’instabilità femoro-rotulea e le problematiche legamentose. Ma da notare come il Dott. Dejour dispensi interessanti consigli e tricks anche per situazioni apparentemente semplici, dal corretto posizionamento del paziente alle manovre per eseguire perfettamente una artroscopia.
L’attività ambulatoriale avviene invece presso la vicina Lyon Ortho Clinic, dove il Dott. Dejour visita il martedì e il giovedì. Fortunatamente qui l’attività inizia verso le 9.00, ma prosegue sia mattino che pomeriggio. Anche qui l’attività si fa altrettanto interessante in quanto si ha l’occasione di vedere il metodo di approccio clinico e diagnostico su una grande quantità di pazienti con problemi di instabilità legamentosa e rotulea.
Una intera giornata in ambulatorio è anche un bel ripasso di francese, ma anche qui si deve ringraziare il Dott. Dejour per come viene incontro ai suoi fellow comunicando in inglese.
Il venerdi è il giorno tenuto da Dejour per l’attività scientifica, che come ho avuto occasione di vedere è veramente molto fitta. Da qui la necessità di una perfetta organizzazione delle varie attività e una costatnte raccolta dei dati a fini scientifici.
Attorno a questa affascinante macchina organizzativa frutto di una Scuola Ortopedica consolidata negli anni stà Lione, meravigliosa e vivace città che sorge alla confluenza dei fiumi Rodano e Saona, e che già da sola vale almeno una visita!
Si è quindi conclusa questa Fellowship portando a casa moltissime idee e considerazioni. uQSicuramente una esperienza per cui ne vale la pena, consigliata a chiunque abbia voglia di ampliare la propria visione sulla chirurgia del ginocchio vedendo all’opera un grande Maestro proveniente da una grande Scuola di chirurgia Ortopedica.
Ringraziando quindi ancora una volta SIGASCOT per la meravigliosa esperienza, non resta che tenere gli occhi aperti sulle prossime opportunità!

Silvio Mezzari

|
Home Eventi e News Segnalate Resoconto Fellowship DJO Lione 2018